problem loading posts

All Dreams Are Made Of Lies

Sono una donna fatta d'ansia, caffè, tristezza e finlandese.


Locations of Site Visitors

Quelli che non ti conoscono nemmeno e “Ah, ma quindi hai finito di studiare. E ora dove lavori?”

Cosa vorrei rispondere: “Nel culo di tua madre”.
Cosa ho risposto fino a due giorni fa: “Eh, sai, purtroppo, la crisi, la disoccupazione…”

Credo che dovrò trovare una risposta di compromesso. Forse un bel vaffanculo, conciso e diretto?

Ma 'na maniata de cazzi vostri no?

Comunque non so voi, ma io sto iniziando a provare un immenso fastidio per le notizie false ed i siti che le pubblicano.

All’inizio era divertente, si capiva nettamente quando una cosa era falsa. Adesso sono capaci di inventarsi di tutto e cercano di renderlo verosimile al 1000%. Ormai qualunque cosa legga, sono scettica. Non credo più in niente. I tg non li guardo e i giornali non li leggo, perché tanto sono pilotati politcamente e adesso mi avete tolto l’ultima certezza della mia vita, e cioè che sull’Internet posso trovare informazioni valide. 
Mi sento smarrita Non ho più certezze

Mi compiaccio con inquietudine.

Non so se inquietarmi o compiacermi del fatto che il mio telefono sappia scrivere praticamente da solo cose come "il flusso canalizzatore sta flussando", "l’inverno sta arrivando", "misuro la mia vita a cucchiaini di caffé", "prepariamoci a passare dei guai, dei guai molto grossi, guai vecchi come la galassia", "nella Contea diremmo che sono le nove, l’ora giusta per una deliziosa prima colazione" e "John Lennon si sta rigirando nella bara per nascondere l’erezione!" (con tanto di punto esclamativo).

Visto che tanto parla pure, mi aspetto che si metta ad ansimarmi "Passa al lato oscuro, abbiamo i biscottini" nel cuore della notte da un momento all’altro, è solo questione di tempo.

 

Miriskussnika & la tecnologia

Ho semi-tracannato un sorso di Nelsen and I liked it (non è vero).

Nel buio della notte, mi alzo. O per meglio dire, striscio fuori dal letto. Incespicando e urtando svariati angoli di mobilio col mignolo del piede, vado in cucina. Non accendo la luce. Perché? Non lo so. Ma dato che sto scrivendo un post pieno di suspence, facciamo che le luci della strada che filtrano dalla finestra sono tutta l’illuminazione che i miei occhi sopportano. Intravedo la sagoma di una bottiglia. “Che sete”, penso. Più o meno, perché la mia mente non è che riesca a formulare idee così complesse al momento. Ma sì, in sostanza, ho molta sete. Afferro saldamente la bottiglia, tolgo il tappo e me la porto alle labbra per fare un sorso. 

E qui diciamo che posso anche smetterla di giocare alla scrittrice: era la bottiglia del detersivo per i piatti, perché sono ciecata e a quanto pare ho pure il naso insensibile agli odori. Ho sputacchiato sapone e schizzato acqua ovunque, nel mio tentativo di scartavetrarmi la lingua ed estrarmi l’apparato orofaringeo con le unghie. 
Le storielle della buonanotte Il giornalino di Miriskussnika Perché Gian Burrasca non era NESSUNO!

Labbra fantastiche. Scusa, ma non ho resistito. Visto che in questa casella si fanno domande apporrò un ?, così, tanto per fare il simpatico ...

Santocielo, per una volta che mi fanno un complimento nell’ask box non l’avevo visto! :D
Grazie, liohal!

Ma se ti dicessi che in finlandese, "guarda il mare" si dice "CazzuMerda", ti metterebbero un pelo meno ansia???

Si dice “katso merta”, comunque.
Questo post lo hashtaggo con #AnonimiIntelligentiChevoglionoInsegnarmiIFinlandese :D

Lista delle categorie umane che mi inquietano.

  • i clown
  • i/le directioners
  • i medici
  • i troll sull’internet
  • mia madre (non sempre, ma spesso)
  • gli spagnoli, santoddio, ¡¿gli spagnoli!?
  • quelli che non mangiano il cornicione della pizza (SIETE PAZZI)
  • gli spoileroni
  • i giapponesi (non tutti, ma tutti quelli che conosco - anche solo di nomina)
  • la maggior parte delle fashion “guru”
  • i patiti di calcio
  • i vegani estremisti (sono peggio dei talebani, vi scongiuro!)
  • le donne mestruate (me compresa, ovviamente)
  • gli uomini mestruati però sono anche peggio
  • chi ascolta dupstep
  • quelli che al pub non ordinano niente, neppure un bicchiere d’acqua
  • gli italiani all’estero
  • gli italiani all’estero in Italia (ne faccio decisamente parte)
  • le persone che non sudano, perché secondo me sono rettiliani
  • gli impiegati agli sportelli di banche, uffici postali, comunali, ecc. 
  • i maniaci del fitness
  • le persone che non usano il balsamo (new entry!)
  • la gente che non ha letto Piccole Donne (e non faccio nomi, ma che brutta gente)
  • ah, quasi dimenticavo i finlandesi

Mettete ansia. Ma proprio tanta.

Le liste simpatiche di Miriskussnika L'ansia & l'inquietudine